Gruppo Carige: con le soluzioni IBM diamo risposte più efficaci e veloci ai nostri clienti

di Paola Piacentini



A giugno dello scorso anno, Banca Carige ha annunciato la creazione della joint venture “Dock Joined Tech” insieme a IBM. L’obiettivo è ambizioso: realizzare un programma di trasformazione a sostegno delle strategie di crescita e diversificazione della banca, grazie a soluzioni digitali avanzate e competitive, con il beneficio di una razionalizzazione dei costi. Lo scopo finale per l’istituto di credito ligure è diventare una “banca di nuova generazione”, agile nel rispondere al cliente, creativa e aperta a collaborazioni innovative.

A distanza di un anno, facciamo un primo bilancio dei risultati ottenuti con Gianluca Guaitani, Chief commercial officer del Gruppo Carige, in questa puntata di #in300sec.

“Carige è uno dei principali gruppi bancari italiani, che conta 488 filiali, circa 1 milione di clienti e più di 500 anni di storia. Per noi l’innovazione è fondamentale – afferma Gianluca Guaitani – siamo sempre stati orientati alla promozione sociale ed economica del territorio, per questo, utilizzare tutte le soluzioni disponibili per migliorare i nostri servizi alla clientela è un’importante esigenza”.

“La nostra ‘rivoluzione’ passa anche attraverso una rivisitazione del modello commerciale, destinato a far diventare Carige una banca snella e agile, un punto di riferimento per le famiglie e per le imprese di media-piccola dimensione, con esigenze quotidiane che richiedono grande flessibilità operativa e un’interazione assidua”, aggiunge Guaitani.

“Vogliamo agire da banca leader e per farlo ci vogliono applicativi IT adeguati e strumenti efficaci, che rendano semplici e veloci i nostri servizi e ci permettano di potenziare il tema centrale della relazione umana, che per la banca è un punto di attenzione fondamentale”. Continua Guaitani “Per realizzare questo percorso abbiamo bisogno di un partner solido e affidabile, con una lunga tradizione di innovatore come IBM”.

“La roadmap che ci siamo imposti ha già portato tre significativi risultati: il ridisegno del sito web, che è il nostro ‘biglietto da visita’ e deve essere di immediata e semplice consultazione. La realizzazione di ‘Conto Davvero’, fiore all’occhiello del nostro modo di agire, che ha snellito i processi interni a beneficio della clientela. E ‘Carige OnLine Business’, un nuovo approccio che ci consente di rispondere in modo personalizzato ai professionisti e agli artigiani del territorio”. Ha aggiunto Guaitani, che prosegue “La soddisfazione da parte dei clienti sia interni sia esterni è alta. Siamo però solo all’inizio, stiamo già realizzando altri cambiamenti, che ci consentiranno di mettere sempre più al centro il cliente, di misurare in modo puntuale il suo grado di soddisfazione, in modo da poter potenziare la nostra offerta.”

La tecnologia è un abilitatore formidabile e vanno sfruttate tutte le sue potenzialità, senza timori o ritrosie. Superato il primo impatto, diventa tutto più facile e l’interazione si trasforma in un valore sia per il proprio lavoro sia per la semplicità del servizio che può offrire.

Ecco la puntata integrale di #in300sec con Gianluca Guaitani, Chief Commercial Officer di Banca Carige

18 luglio 2019

Paola Piacentini, External Relations
@ppiac

Visit us on LinkedIn