Elica e IBM: designer e tecnologia per migliorare la qualità dell’aria in casa

di Claudia Ruffini



3.800 dipendenti e una produzione annua di circa 21 milioni di pezzi tra cappe, piani cottura e motori elettrici. Questi alcuni numeri per descrivere Elica, importante realtà italiana di calibro internazionale che ha saputo unire grande attenzione al design, ricercatezza dei materiali e tecnologie avanzate per trasformare le cappe da semplici accessori a oggetti dal design unico in grado di migliorare la qualità della vita.

È proprio questo quello che IBM intende come Digital Re-Invention: un processo di trasformazione digitale che, dopo aver comprovato i vantaggi attraverso una sperimentazione iniziale, decolla per aggiungere capacità cognitive e di analisi ai propri prodotti, al fine di interpretare e anticipare le necessità dei clienti, migliorare la relazione e il rapporto di fedeltà fornendo nuovi servizi, come la misurazione della qualità dell'aria e il controllo della qualità in linea.

Il percorso inizia nel 2016, quando Elica entra nell’Internet of Things lanciando sul mercato Snap, il primo Air Quality Balancer con lo scopo di monitorare l’aria in tutta la casa e amplificare la potenza dei sistemi filtranti. Con questo prodotto, Elica prosegue il suo percorso di specialista del trattamento dell’aria, aprendosi ad altri ambienti della casa. La volontà dell’azienda è quella di avere un sempre maggior controllo dell’aria per garantire il miglior confort all’interno dell’ambiente. Da qui l’orientamento a prodotti sempre più integrati che comunicano tra di loro e lavorano in simbiosi per avere la massima efficienza ed il miglior risultato possibile.

Oggi Elica, che ha già sperimentato servizi e software IBM per gestire l'infrastruttura e i dati, decide di fare un passo ulteriore per distinguersi dai concorrenti e sceglie di partecipare a un progetto di sviluppo basato su IBM Cloud e sui servizi IBM Watson Machine Learning realizzato secondo la metodologia IBM Cloud Garage.

La sfida di Elica è quella di utilizzare la tecnologia cognitiva per comprendere il comportamento dei clienti e personalizzare il funzionamento dei prodotti collocati nei diversi ambienti in base a parametri, quali le abitudini dei clienti e i valori di qualità dell'aria misurati.

Perché IBM, abbiamo chiesto. IBM è il partner affidabile, che con la tecnologia Watson e le proprie competenze ha saputo coniugare l’esigenza di business di Elica con soluzioni tecniche e di servizio innovative.

Ecco la puntata di #in300sec, #PartyCloud Special Edition, per sentire il racconto di Elica dalla viva voce del CIO, Gianluca D’Arcangelo e di Angela Simone, Head of Quality Care & IoT di Elica Group.

29 marzo 2019

Claudia Ruffini, External Relations
@cla_ruffini

Visit us on LinkedIn