120 studenti in IBM per ‘sperimentare’ il futuro

di Paola Piacentini



Si è appena concluso lo stage di tre giorni in IBM per gli studenti che hanno partecipato ai corsi di Alternanza Scuola Lavoro “Digitale per Fare” e “Progetto NERD” nell’anno scolastico 2018/2019.
Selezionati dai loro tutor tra coloro che durante l’anno hanno manifestato maggior interesse nei confronti degli argomenti proposti, i ragazzi provengono da 40 scuole superiori di 7 diverse Regioni del territorio nazionale.

I 120 giovani che si sono aggiudicati questa edizione dello stage, il 9, 10 e 11 luglio hanno lavorato, collegati in streaming e webmeeting, presso le sedi IBM di Milano, Roma, Napoli, Genova, Padova, Torino e Bari, sotto la guida di 60 volontari dell’azienda.

Divisi in 20 gruppi di lavoro, i ragazzi hanno dovuto “immaginare” e “creare” una propria startup, utilizzando la metodologia Design Thinking e il Business Model Canvas, strumento di business design. Dalla definizione del prodotto/servizio a quella del target di clientela, dall’ideazione del nome e del logo, fino alla verifica delle opportunità di sviluppo nel mercato di riferimento, si sono così “confrontati” in un modo innovativo e immediato con il mondo del lavoro.

Inoltre, hanno avuto la possibilità di ascoltare le testimonianze e fare domande ad alcune figure di apicali dell’azienda, tra cui il Presidente e Amministratore Delegato Enrico Cereda. I role model proposti hanno condiviso suggerimenti ed esperienze sull’importanza delle scelte scolastiche e sull’impatto che queste potranno avere sulla carriera lavorativa che attende i ragazzi.

Si è trattato di un’esperienza coinvolgente per tutti, piena di entusiasmo, teamwork e ottimismo verso il futuro. I giovani hanno sviluppato idee in settori e ambiti diversi, tra cui quello sanitario e assistenziale, della sostenibilità ambientale, della moda e dell’agricoltura.

Questi alcuni dei loro commenti: “E’ stata un’opportunità per rafforzare anche il nostro concetto di ‘team’, abbiamo imparato a collaborare, aiutandoci a vicenda” (Napoli). "Fantastico, istruttivo, un’esperienza che ci ha ispirato" (Roma). "Questo stage ci ha permesso di ascoltare percorsi personali stimolanti, che hanno ampliato le nostre conoscenze del mondo lavorativo" (Padova). "Un’esperienza nuova e interessante che ci ha dato spunti per il nostro lavoro, un’idea di quello che potrà essere il nostro futuro" (Genova). "Un assaggio del mondo del lavoro e dell'innovazione in un contesto di reciproco scambio” (Milano). “Questa esperienza ci ha aiutato a crescere personalmente e a relazionarci con gli altri in maniera più efficace” (Bari).

19 luglio 2019

Paola Piacentini, External Relations
@ppiac

Visit us on LinkedIn